Canal de comunicació

Roma 16-19 d'octubre de 2017
16 octubre

Yugoslav Wars: Another Face of European Civilization? Lessons Learnt and enduring challenges


Yugoslav Wars: Another Face of European Civilization? Lessons learnt and Enduring Challenges in the framework of the  “Europe for Citizens Programme”  of the European Union (Rome, 16th-18th October 2017)

CONFERENCE PROGRAMME
Guerre nella ex-jugoslavia:
il volto opaco della civiltà europea?
lezioni apprese e sfide attuali
nell’ambito del Programma

“Europe for Citizens”
dell’Unione Europea
(Roma, 16-18 Ottobre 2017)

 

LUNEDÌ 16 OTTOBRE

Università La Sapienza, Facoltà di Lettere e Filosofia – Odeion,  P.le A. Moro 5

Monumenti: immaginare, ereditare, distruggere

Ore 15.30     Modera e introduce Giuseppe Di Giacomo (Univ. La Sapienza - Roma)
Ignasi Roviró Alemany ((Univ. Ramón Lull – Barcellona), Guerra y patrimonio material, 1936-1939.
Jelena Arsenijević Mitrić (Univ. di Kragujevac), Culturecide Against the Serbs in Cro-atia in the Context of the Wars of the Nineties.
Maja Anđelković (Univ. di Kragujevac), The Destruction of the Serbian Orthodox Heritage in Kosovo - A Crime Against World Cultural Heritage.

Ore 16.40      Modera e introduceStefano Velotti  (Univ. La Sapienza - Roma)
Arch. Claudio Catucci (Roma), Un architetto italiano fra distruzione e ricostruzione
Francesco Mazzucchelli (Univ. di Bologna), Il patrimonio sotto attacco: la memoria della città tra urbicidio e ricostruzione.
Col. Alberto Deregibus (Roma, Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale), Problemi e prospettive di una politica per la salvaguardia del patrimonio cul-turale negli scenari di guerra.

Ore 18.15:    Laura Sudiro (Roma) e Giovanni Rispoli (Roma), Un archeologo in trincea: storia di Fabio Maniscalco.
Mariarosaria Ruggiero Maniscalco (Napoli), Sarajevo 1996: Fabio Maniscalco incon-tra il suo destino.
La traduzione consecutiva dallo spagnolo e dall’inglese è curata degli allievi del Liceo classico-linguistico “I. Kant”. La traduzione dall’italiano in serbo e dal serbo in italiano è curata dalla dott.ssa Sanela Mušija.

CHIUSURA: 19.30
 

MARTEDÌ 17 OTTOBRE

Teatro Piccolo Eliseo – Via Nazionale, 183
La guerra come “godimento” dei corpi:
1. Violare

Ore 10.30     Modera Stefano Petrucciani (Univ. La Sapienza - Roma)
Fabio Dei (Univ. di Pisa), L'orrore, l'orrore... Le atrocità di guerra e la grammatica della violenza.
Egidio Ivetic (Univ. di Padova), Jugoslavia, civiltà, corpi: letture mancate.
Italo Calvino, Un generale va alla guerra– LeggeElisabetta Cavallotti

COFFEE BREAK
Silvia Coll-Vinent (Univ. Ramón Lull – Barcellona), A true picture of war: George Orwell's Homage to Catalonia.
Luca Vaglio (Univ. di Kragujevac), Il corpo in guerra: due romanzi bellici a confronto.
Elena Fanajlova, Perdite e speranze. I traumi della guerra nella poesia serba e ucraina
La traduzione consecutiva dallo spagnolo e dall’inglese è curata degli allievi del Liceo classico-linguistico “I. Kant”. La traduzione dall’italiano in serbo e dal serbo in italiano è curata dalla dott.ssa Sanela Mušija.

2.…Essere violati
Ore 16.30     Modera e introduce Janja Jerkov (Univ. La Sapienza - Roma)
                     Indirizzo di saluto di Andreas Gottman, direttore dell’Istituto Storico Austriaco
Marco Deriu (Univ. di Parma), Tra soggettivazione e assoggettamento. Violenza, corpi e sessualità nelle nuove guerre.
Aija Kuge (Riga), Alla ricerca dei corpi delle vittime di Srebrenica: l’impossibilità di un lutto.
Amb. Wolfgang Petritsch (Vienna), Negotiating Peace after Ethnic Cleansing, Rape and other War Crimes -  Reflexions of an International Mediator.

COFFEE BREAK
Ing. Vito Alfieri Fontana (Bari), Mine e vittime nello scenario di guerra in Bosnia.
Ivo Andrić, Lettera dal 1920 – LeggeGlauco Mauri
Conclusioni: Perché la violenza e la barbarie periodicamente ritornano?– Inter­ven­go-no: Janja Jerkov, Stefano Petrucciani, Stefano Velotti.
La traduzione consecutiva dallo spagnolo e dall’inglese è curata degli allievi del Liceo classico-linguistico “I. Kant”. La traduzione dall’italiano in serbo e dal serbo in italiano è curata dalla dott.ssa Sanela Mušija.
 

MERCOLEDI’ 18 OTTOBRE
Villa Mirafiori – Atrio, Via Carlo Fea 2
                         Inaugurazione della mostra

«Harvest of death.  Guerre a confronto: immagini
dai conflitti nell’ex-Jugoslavia e in Ucraina»

10.00   Anton Naumljuk e Elena Fanajlova, Presentazione della mostra fotografica.
Liceo Statale Classico-Linguistico “I. Kant” – Piazza Zambeccari, 19
Le guerre della ex-Jugoslavia… a scuola

11.00   Prof. Valerio Giannetti, Presentazione del lavoro con gli allievi del Liceo Classico-Lingui-stico “I. Kant”

11.15   “C'è un modo per uscire dalla logica della contrapposizione immaginaria?”Gli studenti del Liceo Classico-Linguistico “I. Kant”discutono delle guerre nella ex-Jugoslavia, con la partecipazione di studenti del liceo “Prva kragujevačka gimnazija” di Kragujevac (Serbia), della prof.ssa Svetlana Rajičić Perić e della prof.ssa IsabelJordà.

 

 

Enllaços relacionats